Passa ai contenuti principali

Post

zerowaste

Post recenti

Crumble di Fragole e Rabarbaro

Stanca di aspettare che i negozi di alimentari della collina si aggiornassero e decidessero di vendere il tanto sospirato rabarbaro ho deciso di coltivarmelo personalmente. 
Senza troppe difficoltà ho trovato un paio di piantine che non hanno avuto alcun problema a trasferirsi nel mio orto. 
Il rabarbaro è una pianta semplice, non ha molte esigenze se non di spazio. Crescendo infatti diventa veramente gigantesco!
Perciò se avete un angolo di orto o giardino abbastanza soleggiato e abbastanza grande potete fare come me e adottare un rabarbaro.
Non spaventatevi se in inverno sembrerà sparito, la prossima primavera sbucherà nuovamente dal terreno. 
Vi consiglio perciò di creargli un piccolo recinto con dei sassi in modo da ricordarvi dove lo avete piantato.

Del rabarbaro si possono consumare solo gli steli, mentre le foglie sono tossiche perciò, attenzione! 

Il sapore ricorda vagamente quello della fragola e di sicuro fragole e rabarbaro sono una accoppiata vincente!
Una volta pulito dalla parte…

gnocchi di pane secco

Gnocchi di pane raffermo con un leggero aroma di funghi. Ovviamente sono conditi con abbondante burro fuso e una dose generosa di formaggio grana.
La ricetta, che non  conoscevo e probabilmente si perde nella notte dei tempi, l'ho appresa dal blog di  @sincerelysabri (instagram) che guardo sempre con attenzione.
E' una di quelle ricette povere, di riciclo. Una ricetta di quando non si buttava vi niente e tutto poteva diventare un ingrediente speciale. In questo caso il riciclo è quello del pane secco trasformato in gnocchi.

Gli ingredienti per 2 persone sono:

250 gr di pane raffermo
1 uovo
formaggio grattugiato
100 di latte circa
Un paio di cucchiai di farina

Io ho aggiunto anche un po' di funghi secchi tritati per dare un aroma un po' più autunnale alla ricetta.
Tutte queste dosi, specialmente quelle dei liquidi, sono da adeguare al tipo di pane che utilizzate .


Mettete tutti gli ingredienti nel mixer e frullateli. Lasciate il composto ottenuto  in frigo per almeno un'ora e …

marmellata di castagne

Il bosco è parte integrante del mio paesaggio e della mia vita, in autunno diventa anche una sorta di dispensa.
Le mie colline sono ricche di castagni tanto che una volta costituivano una delle voci più importanti dell'economia locale, poi i tempi sono cambiati, sono cambiati i gusti...insomma le castagne non sono più tanto importanti però i boschi ne sono ancora ricchi. 
Di solito ne surgelo un po' da consumare a Natale, ma quest'anno ho voluto provare una cosa u po' diversa la Marmellata!
La ricetta è semplicissima ma vi avviso richiederà del tempo e muscoli piuttosto allenati, sarete ripagati da una crema deliziosamente autunnale che potrete usare per diverse preparazioni.




Come si prepara?
Si parte dalle castagne o dai marroni.
Bollitene almeno un chilo (c'è molto scarto). Praticate un piccolo taglio sulla pancia della castagna e lessatela in abbondante acqua -devono essere completamente coperte- . Volendo potete aggiungere una foglia di alloro. 

Per velocizzare i te…

Focaccine lardo e fichi

Settembre: fine delle vacanze, dell'estate.
Riprendono i vecchi ritmi, ma la temperatura è ancora calda, il sole meraviglioso e le giornate così lunghe... Tutto questo invita a non interrompere il clima vacanziero e allora? Via agli aperitivi, alle cene per raccontarsi le vacanze!

Se avete in programma un aperitivo con gli amici dovete assolutamente provare queste focaccine, facilissime e buonissime.
Si preparano in 5 minuti e credetemi non ve ne pentirete!

Se volete potete preparare la pasta per la focaccia in anticipo, in questo caso io ne ho usata una pronta, ovviamente di qualità. 



Ingredienti 

500 gr di pasta per pizza integrale pronta fichilardo (io ho usato il Grass del salumificio Pasini perchè particolarmente aromatico)rosmarinomiele di castagno o millefiori o sciroppo d'acero (facoltativo)sale e pepe

Il procedimento è semplicissimo: stendere delicatamente la pasta per la pizza. Con un bicchiere o un coppapasta preparare le focaccine e mettere a lievitare su una placca da fo…

schiacciata toscana all'uva

Settembre è alle porte è tempo di vendemmia. 
Con questi cieli ancora così azzurri e una temperatura perfetta viene voglia di gite in campagna, di torte alla frutta da spiluccare nei pomeriggi pigri in attesa che tutto riprenda al solito ritmo.



Ho voglia di piatti semplici che non mi blocchino in cucina per ore, di sapori intensi.
Settembre per me ha il sapore dell'uva, dei fichi, delle prugne e del miele.
Tutti (o quasi) questi sapori sono condensati nella Schiacciata all'uva tipico dolce toscano che si prepara durante la vendemmia. 
La tradizione vorrebbe che si usasse l'uva Canaiola che veniva coltivata di fianco alle viti di San Giovese e utilizzata per immorbidire altri vini come il Chianti. 
Inutile dirvi che in collina di uva Canaiola non c'è traccia, perciò mi sono dovuta accontentare dell'uva fragola che ha svolto - comunque - un buon lavoro.

La schiacciata fiorentina è una sorta di focaccia dolce, ne esistono mille varianti: chi aggiunge un po' di vino nell&…

pappa al pomodoro con la melanzana

Estate, tempo di pomodori, di ceste cariche di ortaggi in arrivo dagli orti.
Chi ha un orto, piccolo, o grande, lo sa... a un certo punto le verdure sembrano mettersi d'accordo e si mettono a  produrre a tutta birra (e tutte insieme!) una gran quantità di frutti che non sappiamo più come consumare.
E' la stagione delle conserve, delle marmellate e anche della pappa al pomodoro!

Qui di seguito la mia versione che vuole riunire Toscana e Sicilia in un sol piatto.
Essendo un piatto semplicissimo la differenza la farà la qualità degli ingredienti utilizzati. I pomodori in particolar modo devono essere belli maturi e sodi, non importa se di differenti qualità.
Anche il pane e l'olio che userete saranno fondamentali.



Ingredienti per la Pappa al Pomodoro Classica
250gpane raffermo (l'ideale sarebbe una pagnotta di pane toscano)olio extravergine di oliva1/2carota1/2gambo di sedano1/2