venerdì 16 giugno 2017

come fare il gelato senza gelatiera: gelato al limone con limoni caramellati



Come fare il gelato senza gelatiera?
Gelato al limone con limoni caramellati

Voglia di gelato, zero voglia di uscire e assenza di gelatiera in casa?
Problema Risolto! 


Gelato alla Vaniglia e Limone 
con limoni caramellati







Estate, Mare e Sole... che colore vi viene in mente? 
Blu... e... Giallo! Giallo come un limone succoso, 
leggermente aspro e dissetante... 
Giallo come il sole.
Giallo come l'estate.


Con questa immagine ho pensato a questo dolce estivo. E' una via di mezzo tra un Cheesecake che adoro, ma che d'estate può essere un po' troppo ricco, e una coppa gelato. 
Gelato, si, ma speciale! Gelato fatto in casa, senza gelatiera e arricchito dalla vaniglia e da fette di limone caramellate.


Indispensabili per questa ricetta, dai pochissimi ingredienti, è che questi siano tutti di gran qualità ed edibili. Perfetti sarebbero i limoni della costiera amalfitana: grandi, dolci e succosi. 



Ingredienti e preparazione dei limoni caramellati.
2 limoni edibili
250 gr di acqua
125 gr di zucchero


Sciogliete lo zucchero nell'acqua in una padella appena pronto lo sciroppo adagiatevi i limoni tagliati a fettine circolari piuttosto sottili (circa 3mm). Lasciateli cuocere a fuoco lento fino alla riduzione dello sciroppo ci vorranno circa 15 minuti. 
Ogni tanto girateli e controllate che tutte le fettine siano immerse nello sciroppo. Lasciate raffreddare nella pentola e appena tiepidi trasferiteli in un contenitore per il frigorifero.
Le fettine meno "carine" sminuzzatele e aggiungetele al gelato prima di riporlo nel congelatore.


Ingredienti e preparazione del gelato:
400 gr di latte condensato zuccherato
500 gr di panna montata
la scorza grattugiata di 2 limoni (Edibili!)
2 cucchiai di limoncello (facoltativo)
1/2 Bacca di vaniglia
pezzetti di limone caramellato


Raffreddate per bene tutti gli ingredienti. Raffreddate anche le fruste e la ciotola dove monterete la panna, lavorando questi ingredienti al freddo monteranno meglio e non correrete il rischio di trasformarli in burro. 
Mettete nella ciotola dell'impastatrice le scorze, il liquore, il latte condensato e la panna. Azionate le fruste e incominciate a montare, esattamente come fareste per montare la panna montata. 
Fermatevi quando la panna sarà abbastanza montata ma ancora cremosa.
Aggiungete i limoni caramellati sminuzzati e amalgamateli al composto con una spatola.
Trasferite in un contenitore per il freezer, coprite e lasciatelo rassodare per qualche ora. 





Una volta pronti tutti gli ingredienti non vi resterà che assemblarli e decorarli, potete farne un grande dolce da dividere o delle monoporzioni. Io ho scelto una via di mezzo e ho realizzato una torta per due. Ho utilizzato un coppapasta per avere la forma circolare e ho disposto le fette di limone caramellato tutte intorno e in cima per una esplosione di gusto ho anche aggiunto un po' di sciroppo caramellato al limone. Ho aggiunto qualche fogliolina e menta e melissa e fiori di borragine.


Ecco pronta la vostra Ice Cream Cake!


mercoledì 7 giugno 2017

Gnocchetti spirulina



MASTER VEGAN CHALLENGE

Gnocchetti con spirulina


Con questa ricetta partecipo alla sfida lanciata da MammaEmma la casa produttrice di questi gnocchi. Li ho assaggiati al farro, al Kamut, di patate... ma la mia scelta per questo gioco è caduta sui Gnocchetti bio e vegan alla spirulina.
La sfida consisteva nel trovare una ricetta con 3 ingredienti a me sono capitati: zucchero di canna, tofu e agar agar. Sembrava impossibile, ma pensandoci bene, non così tanto!
   

Eccovi la mia proposta


Gnocchetti alla spirulina con composta di pomodorini gialli e caponatina di peperoni




Ingredienti:
1 confezione di Gnocchi mamma emma alla spirulina
50 gr di tofu
mezzo cucchiaino di agar agar
1 cucchiaio di zucchero di canna
aceto di vino bianco qb
mezzo peperone giallo
mezzo peperone rosso
olive capperi e pinoli
cipolla

Per la caponata
tagliare i peperoni e saltarli in padella con olio e un po' di cipolla olive capperi e pinoli.
A cottura ultimata sfumare le verdure con l'agrodolce (miscela di aceto e zucchero) fare saltare velocemente.

Per la composta di pomodori gialli: preparare un sughetto semplice di pomodori gialli e addensarlo aggiungendo un mezzo cucchiaino di agar agar e lasciare sobbollire qualche minuto.

Una volta pronti i condimenti cuocere i gnocchetti in acqua salata e poi saltarli nella padella dove avete cucinato la caponata in questo modo si insaporiranno meglio.
Stendere sul piatto di portata la composta di pomodori gialli e adagiarvi sopra i gnocchetti. Al posto del parmigiano ho usato del tofu passato al grill e della granella di pistacchi.

Con questa ricetta quindi partecipo al Master  Vegan Challenge di mamma emma 



Io li ho trovati buonissimi, spero piacciano anche a voi!

martedì 16 maggio 2017

paccheri ricotta melanzane olive

Se mi parlate di Paccheri io penso subito a Napoli, mare e sole, insomma un concentrato di "mediterraneità".

Questa sensazione mi ha guidato nel pensare a questa ricetta che racchiude tutti i sapori italiani e del Mediterraneo: le olive taggiasche, i capperi di Pantelleria, le melanzane del Sud e la ricotta Piemontese. Tutto racchiuso in un buonissimo Pacchero senza glutine.
Il tutto accompagnato da un olio extravergine lievemente profumato dai fiori del timo del mio orto.



Vi ho incuriosito? Allora eccovi la mia ricetta:


Ingredienti per 2 persone:

Paccheri di Gragnano senza glutine
1 melanzana lunga
200gr pomodori pelati / passata 
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva qb
capperi di Pantelleria (dissalati)
olive taggiasche senza il nocciolo
250 ricotta vaccina piemontese
Parmigiano reggiano
sale e pepe 

olio o burro per ungere la teglia
Pan grattato senza glutine 
2 teglie da forno monoporzione 
una sac a poche


Per prima cosa prepara l'olio al timo semplicemente intiepidendo l'olio con alcune foglie e fiori di timo lavati e perfettamente asciugati.

Taglia la melanzana a piccoli cubetti e saltala nell' olio caldo aromatizzato dallo spicchio di aglio. Aggiungi i pomodori pelati, i capperi e le olive, un pizzico di sale e porta a cottura. Dosa questi ingredienti a seconda del tuo gusto, a me piacciono moltissimo quindi abbondo!!!

Mentre il sugo cuoce e si concentrano i sapori metti a cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
Per calcolare quanti paccheri ti servono semplicemente controlla quanti ne può contenere il tuo contenitore.

Una volta pronto il sugo con le melanzane (circa 10 minuti) crea la crema da inserire nei paccheri.
Amalgama nella ricotta il sugo con le verdure aggiungi un po' di parmigiano e regola di sale.
Ungi la teglia e cospargi con un velo di pan grattato senza glutine il fondo.
Per riempire i paccheri usa la sac a poche o un cucchiaino, disponi i paccheri in piedi nella teglia condisci con un filo di olio al timo e con una abbondante manciata di parmigiano.  
Passa 5 minuti in forno per la gratinatura e prima di servire decora con del timo fresco.

Buon Appetito!!!