giovedì 23 luglio 2015

bruschetta



In queste giornate bollenti la voglia di stare ai fornelli è messa veramente a dura prova! Questa insalatina semplice e rinfrescante vi costringerà ai fornelli solo per pochissimi minuti, in cambio vi offrirà una cena, o un pranzo, sano e leggero. Io la trovo anche molto carina e la trovo adatta anche a una cena tra amici.

Ingredienti
pane di grano duro o quello che preferite
insalata
carote
pomodori 
germogli di rapanello
uova di quaglia
sesamo nero
olio extra vergine 
sale 

abbrustolite la fetta di pane e conditela con un filo di olio guarnite con l'insalata mista (condita) e le uova di quaglia.
Variate le verdure, usate acciughe, mozzarelline, fagioli -per usa versione vegan- oppure tonno o roast beef insomma sbizzarritevi!

Attenzione: un uovo di gallina = 5 uova di quaglia. 
L'uovo di quaglia si usa come l'uovo di gallina ma è più leggero, più delicato e con meno colesterolo. Ha molte proprietà nutrizionali, e sono importanti alimenti per chi soffre di allergia ai pollini. 

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/uova-di-quaglia.html

sabato 18 luglio 2015

festival delle prelibatezze di hyogo expo milano

Oggi sono arrivata a Milano poi sono salita al 31esimo piano e quando si sono aperte le porte ero in Giappone!
Magia del cibo, aromi, profumi che ci hanno fatto viaggiare e incontrare persone e storie molto interessanti. Come sempre in queste occasioni il cibo è un canale di socializzazione incredibile e alla fine ci sentivamo tutti più vicini, almeno nello spirito!
Meravigliosa la compagnia di Anna Bonera e Tiziana Colombo










venerdì 10 luglio 2015

risotto alla milanese

Risotto alla milanese

ingredienti:
Burro
cipolla/scalogno circa 1 cucchiaio
vino bianco
brodo
80gr di riso carnaroli a persona
grana padano
zafferano

vi serve:
una pentola antiaderente


tagliate a pezzettini la cipolla e lasciatela imbiondire con il burro. Attenzione a non bruciarla o a fare scurire il burro, se succede buttate tutto e ripartite.
Quando la cipolla è pronta buttate il riso e girandolo spesso fatelo tostare. Deve diventare caldo e lucido (ci vorranno circa 3 minuti) a quel punto bagnate con un bicchiere di vino bianco secco e sempre girando fate evaporare.
Aggiungete gradualmente il brodo che deve essere bollente per non interrompere la cottura del riso. Ogni volta che aggiungete il brodo mescolate per avere una cottura omogenea del riso.
All'inizio potete anche aggiungere liquidi fino a coprire tutto il riso più si avvicina la cottura più dovrete stare attenti alla quantità di brodo. Il riso deve essere morbido ma non brodoso.
Controllate la cottura e il sale assaggiando verso la fine.
A cottura ultimata spegnete aggiungete a fuoco spento un bel pezzetto di burro (freddo di frigo) e abbondante grana.
Girate velocemente e dopo un paio di minuti servite.

La tradizione vorrebbe che si usasse brodo di carne ma molti usano brodo con un banalissimo dado, o semplice acqua calda, scegliete il vostro preferito

Lo zafferano va aggiunto sciolto in un po' di acqua bollente quando il riso è quasi cotto. Se invece usate i pistilli questi andrebbero aggiunti all'inizio. Nel caso dei pistilli non aspettatevi una coloritura giallo oro delle bustine.

biscotti di frolla

Oggi grande giornata per un nuovo progetto!