domenica 9 ottobre 2016

Pane al Cioccolato a lievitazione naturale


Tra le cose buone dell'autunno c'è il Cioccolato! Fa freddo, abbiamo voglia di cose buone, coccolose che offrano ristoro al corpo e al cuore. Se siete in queste condizioni critiche questo pane sarà la terapia più efficace che abbiate ai provato. Anche prepararlo è terapeutico, provate e mi darete ragione! La ricetta è facilissima, leggermente rivisitata da quella che trovate sul libro "Come si fa il pane" di E. Hadjiandreou, Guido Tommasi ed.
I pregi di questo pane, oltre alla evidente golosità, sono: la sua semplicità di realizzazione, il fatto che regge benissimo la surgelazione e quindi colazioni golose già pronte all'uso. E' dolce senza dovere aggiungere zucchero (il che ci illuderà beatamente che non fa ingrassare), e in genere piace a tutti e può diventare un delizioso pensierino per un invito a pranzo.

Se non avete la pasta madre usate del lievito di birra -10 grammi basteranno- attenzione però a calibrare bene l'acqua presente nella ricetta e ai tempi di lievitazione che saranno molto diversi.





Con questa ricetta partecipo a Panissimo#44, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io,Sandra, e Barbara, di Bread & Companatico, questo mese ospitata da me Cakes and Co.



Ingredienti per una pagnotta

100 gr di cioccolato (quello che vi piace)
100 gr di nocciole 
20 gr di cacao amaro
330 gr di farina per pane scegliete quella che preferite 
8 gr di sale all'incirca un cucchiaino
170 gr di pasta madre 
250 gr circa di acqua


Procedimento

1) Preparate i pezzetti di cioccolato spezzettando una tavola di buona qualità. Sappiatelo io sono fermamente contraria alle gocce di cioccolato! scherzi a parte per me è molto meglio usare una tavoletta di cioccolato, ma sentitevi liberi!

2) In una ciotola mescolare farina, cacao, cioccolato, nocciole e sale "Ingredienti secchi".

3) In una ciotola -più grande- sciogliete il lievito madre (rinfrescato) nell'acqua. Siccome ogni farina assorbe l'acqua in odo diverso non mette tutta l'acqua nella ciotola ma tenete un po' da parte per eventuali correzioni. "Ingredienti umidi".

4) Unite gli ingredienti secchi a quelli umidi e lavorateli con un cucchiaio e poi con un tarocco o le mani. E' un impasto morbido, non preoccupatevi e non aggiungete farina.

5) Coprite la ciotola e tenetela al caldo. Ogni 10/15 minuti fate delle pieghe. Prendete un angolo di impasto tiratelo all'esterno e poi ripiegatelo nel centro, girate la ciotola e ancora tirate e poi schiacciate nel centro. Fatelo per 8 volte e poi ricoprite la ciotola e aspettate altri 10 minuti circa. 
Ripetete l'operazione per 4 volte e ogni volta vedrete l'impasto farsi più corposo.
Coprite e fate lievitare al caldo fino al raddoppio. 

6) Quando l'impasto sarà lievitato toglietelo delicatamente dalla ciotola sgonfiatelo leggermente con i polpastrelli e dategli la forma di una pagnotta o -meglio ancora- dividetelo in due fate due piccole pagnotte. Lieviterà e cuocerà meglio perchè il cacao e il cioccolato appesantiscono parecchio l'impasto!

7) Fate lievitare una seconda volta fino a raddoppio 

8) Rovesciate su una teglia fate un taglio ad X con un coltello molto affilato o con una lametta da barba.

9) Infornate a forno caldissimo circa 250° 
mettete nella teglia sotto quella di cottura una tazza di acqua (il vapore terrà morbido il pane)
abbassate la temperatura a 220°

10) Cuocete per circa 30 minuti. Per verificare se è pronto rovesciatelo e dategli dei colpetti sul fondo, deve suonare a vuoto, altrimenti continuate a cuocere. Mi raccomando proteggetevi le mani!!!!


E' buono freddo, leggermente tostato, spalmato di nutella, di marmellata ... gustatelo a colazione, a merenda, guardando la tv... e se lo rifate fatemi sapere !

E' un pane a è anche un po' un dolce: senza latticini e senza uova. Non dimenticate: Leggere sempre bene le etichette degli ingredienti!!!